Roma: La giornata della Russia

Ben tre eventi interessanti si sono svolti contemporaneamente al Centro Russo a Roma nell’ambito della celebrazione del Giorno della Russia.⠀⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
🔹La serata è iniziata con la tanto attesa consegna di medaglie d’onore del grande insegnante sovietico Anton Makarenko ai professori delle università italiane. Le onorificenze «Anton Makarenko» per la conservazione del patrimonio pedagogico e l’introduzione del sistema educativo di Anton Makarenko nella pratica internazionale sono state conferite a:⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
• Nicola Siciliani de Cumis, Professore dell’Università di Roma «La Sapienza», Presidente dell’Associazione Internazionale «Anton Makarenko»;⁣⁣⠀⁣⁣⠀
• Agostino Bagnato, Professore dell’Università di Roma «La Sapienza», Presidente dell’Associazione Italiana «Anton Makarenko»;⁣⁣⠀
• Serena Veggetti, Professore dell’Università di Roma «La Sapienza», Vice-Presidente dell’Associazione Internazionale «Anton Makarenko»;
• Emilio Lastrucci, Professore dell’Università della Basilicata (Matera), Membro del consiglio dell’Associazione Internazionale «Anton Makarenko».⁣⁣⠀⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
🔹Anton Makarenko era un eccezionale pedagogista sovietico, scrittore, ideatore di un sistema unico di educazione al lavoro nel collettivo. Il suo sistema di adattamento dei bambini alla vita nella società ha rivoluzionato la pedagogia del 20° secolo. Oggi il sistema viene attivamente utilizzato anche in Italia. «Dobbiamo prestare particolare attenzione alla psicologia dell’educazione – afferma la premiata Serena Veggetti – per esempio, un nostro studente ha aperto un campo estivo a Potenza, l’unico campo Makarenko in Italia». ⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
🔹Consegnando le medaglie d’onore, il Direttore del Centro Russo a Roma Dariya Pushkova ha osservato che «è difficile sopravvalutare l’importanza dell’evento, dato che Anton Makarenko è uno dei quattro grandi maestri, secondo l’UNESCO, che ha plasmato il modo di pensare la pedagogia nel XX secolo».⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
🔹Durante l’evento è stato organizzato anche un video collegamento con Mosca. Il vicepresidente dell’Associazione internazionale Makarenko russa, dottore in scienze pedagogiche Mikhail Boguslavsky ha espresso la speranza che «la comunità italo-russa «Anton Makarenko» abbia ancora molti altri notevoli risultati e traguardi futuri davanti a sé».⁣⁣⠀
⁣⁣⠀⠀
🔹L’evento è stato organizzato dall’Associazione russa «Anton Makarenko» con il supporto dell’Ambasciata Russa in Italia e dell’Agenzia Rossotrudnichestvo. Oggi, oltre alle Associazioni Makarenko russa, internazionale e italiana, esistono anche quelle ceca, ucraina, tedesca, lettone e polacca.⁣⁣⠀⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
🔹Gli attivisti da Salerno hanno fatto un regalo straordinario: hanno dipinto un piatto di ceramica raffigurante la famosa quercia di Turgenev, inizialmente esclusa dal concorso «L’albero europeo dell’anno».⁣⁣⠀⁣⁣⠀
⁣⁣
🔹La serata è proseguita con la presentazione di una collezione di oggetti dell’Impero Russo provenienti da una collezione privata italiana e un concerto di musica classica con la partecipazione della solista dei teatri russi ed europei, la soprano Anna Koshkina e la partecipante al programma giovanile del Teatro dell’Opera di Roma, la pianista Elena Gurina.⁣⁣⁣⁣⠀
⁣⁣⠀
🔹L’Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Federazione Russa in Vaticano Aleksandr Avdeev nel suo discorso di benvenuto ha osservato: «Il centro culturale russo a Roma è speciale. Ha un’attrazione incredibile. Qualunque siano i tempi – impegnativi, o, al contrario, di vacanze, dolce vita, come dicono gli italiani, d’estate o di rigido inverno, qui c’è sempre molta gente, gli italiani vengono ai concerti, alle mostre, alle serate letterarie. Sono orgoglioso per il nostro centro culturale». ⁣⁣
🔹«In un momento in cui stanno cercando di cancellare la cultura russa, tali eventi dimostrano che è impossibile cancellarla» – ha aggiunto Mikhail Rossiysky, il primo consigliere dell’Ambasciata Russa in Italia.⁣⁣⠀